<^Blade> te lo detto che sono esperto in armi? VENDO LOGS

"come password devo mettere il nickname?"

<}Lele{> jò spakkato il sopracciglia kesè spakkata

Log Generato


Porocido sto pathando il nocd di act 3 da YAOOHOO


<<    Elenco Log


[Letteratura] Il Nuovo Lamer

Un racconto che ho trovato sul web. Stupefacente.

Autore: MaGISTraTe
Data Immissione:2003-09-10 18:17:45
Data Evento: 2003-09-10
Nome Vittima: -
Partecipanti: -
Argomento:
Riferimento:
Opzioni: Save as TXT... Save as Txt...
Rating:  
N. Voti: 6
N. Visite: 4378


Modalità di visualizzazione: Plain Text - Colored Text
=== Il Nuovo Lamer

Ero li...Le dita sudate sui tasti e sul mouse. Ce l'avevo quasi fatta. Finalmente ero riuscito a farlo. Finalmente anche io potevo entrare nell'elite. I miei amici l'avrebbero finita di chiamarmi "lamer", ora anche io ero riuscito nell'impresa. Stavo gia' pregustando le facce stupide di TrackBall e Canvas...
Quando successe.
"General Protection Fault..."
No. Cavolo. Non ora. Urlai al cielo la mia rabbia, scaraventando il mouse lontano. Il cavo seriale si tese, e il mouse schizzo indietro e mi colpi' sui denti, strozzando il mio urlo. La sfortuna continuava a vegliare su di me. Almeno qualcuno mi cagava.
Chiamai DoppioClick al telefono. "E' successo ancora... Un errore."
"Sei un lamer, Scourge. Possibile che tu non riesca a formattare un dischetto con windows??? Non e' difficile..."
"Ma non e' colpa mia... Si pianta sempre quando mi chiede se voglio veramente cancellare quelle voci di registro..."
"Scourge... Davvero... Lascia stare il computer. Non e' per te... *CLIK*"
Non capivo. Perche' non potevo essere un hacker anch'io??? Eppure POTEVO imparare. VOLEVO imparare. Non era poi cosi' difficile.
Decisi di riprovare. Potevo farcela. Presi di nuovo il mouse da terra e lo posai sul tappetino per il mouse dei pokemon. DOVEVO farcela. E stavolta quegli strani colpi dall'hard disk non mi avrebbero fermato di certo.

"Scourge, davvero. Lascia perdere... Qui si fa sul serio, tu ancora non riesci nemmeno ad accendere in fretta il tuo computer... E poi non puoi usare Windows..."
"Ma io ho provato ad installare quell'altro sistema li come si chiama... Charlie Brown..."
Canvas non ce la fece e scoppio' a ridere cadendo dalla sedia, mentre DoppioClick teneva il braccio a TrackBall che voleva picchiarmi...
"Linux, Scourge. Linux, non Charlie Brown..."
"Vabbe' e' uguale. Ma Windows non mi legge il CD, non trovo il Setup..."
Canvas collasso'. DoppioClick si alzo e se ne ando'. TrackBall ne approfitto' per provare le nuove mosse di Tekken Tag su di me...

Era sera a casa di SegmentationFault. Eravamo riuniti per un'importante riunione. Canvas stava spiegando il suo ultimo parto...
"Ed e' bellissimo, ha dei menu a scomparsa fikissimi, 65535 colori, le texture in 3d wrappate sui lati..."
DoppioClick chiese: "Ma funziona?"
"E vedessi le icone: 16x16 a 256 colori PER-FET-TE, ci ho messo 2 giorni per disegnarle..."
"Ma funziona???"
"E le font che ho creato sono spettakolari, la E maiuscola in particolare mi piac..."
"MA FUNZIONA???"
TrackBall stava per eseguire la fatality di scorpion...
"Ehm... no... Pero' la palett..."
SegmentationFault ci interruppe mentre TrackBall teneva Canvas a 10 cm da terra reggendolo per le narici e DoppioClick lo picchiava violentemente con la Natural Keyboard sui denti. La sua faccia era preoccupata, per cui DoppioClick e TrackBall lasciarono cadere Canvas. Dalla finestra.
"Signori, colleghi..." disse guardando loro. "...Lamer..." disse guardando me.
"Un grosso pericolo incombe su questa citta'. L'intera rete e' in pericolo. Tutti noi stiamo correndo il piu' grande di tutti i rischi."
Escalamai: "Ma ho smesso di infilare il cacciavite nella ventola dell'alimentatore!"
TrackBall mi infilo' un calzino sporco nella bocca. Credo volesse gentilmente invitarmi a stare zitto.
"Signori... Il Dalai Lamer e' qui... SDC e' tornato."
Un tuono echeggio' in lontananza, mentre Canvas rabbrividiva. TrackBall lo guardo' e gli sussurro': "Ma non eri caduto dalla finestra?", e Canvas rispose: "Vabbe', ormai e' andata...".
SDC era il padre di tutti i lamer. Era persino piu' lamer di me. Questo mi fece sentire meglio, forse per qualche tempo non sarei stato trattato cosi' male. Presi il coraggio per fare la domanda che volevo fare da ormai tanto tempo...
"Scusate, tempo fa Windows mi disse che non riusciva a vedere il lettore CD. Io ho girato il monitor verso il lettore, ma non lo vedeva lo stesso.... Come mai?". Canvas inizio' a ridere e vomito'. TrackBall e DoppioClick mi afferrarono per i piedi trascinandomi per qualche metro, poi mi legarono al termosifone e SegmentationFault mi fece mangiare tutti e 11 i dischetti di windows 3.11 per workgroup. Ormai era chiaro: ero uno di loro.

La prima volta successe mentre eravamo a casa di DoppioClick. TrackBall e Canvas si divertivano a raccontarsi le loro ultime vicende telematiche...
"...E insomma ero dentro, stavo girando per le directory quando finalmente trovo il file con la lista degli utenti. Inizio il download, quando si apre la porta ed entra mia sorella chiedendomi di usare il computer per scrivere la sua tesi..."
"E tu che hai fatto???"
"Quello che faccio di solito. Le ho detto che non era possibile perche' non riuscivo a collegare la stampante ad internet. Ovviamente lei ci ha provato e non c'e' riuscita..."
"AH! AH! Quasi piu' lamer di Scourge..."
Decisi di intervenire. Stavolta avrei mostrato che non era vero che non sapevo fare niente...
"Non ci provare, Trackball. Io sono perfettamente in grado di collegare la stampante ad internet, e' solo che mi manca il cavo."
Canvas si lusso' la mascella dalle risate, mentre Trackball annodava il cavo di alimentazione della stampante in uno strano cappio.
Le nostre discussioni vennero interrotte dal grido di DoppioClick, che era al computer nella stanza vicina. Entrando, lo trovammo disteso a terra accanto alla sedia, in preda alle convulsioni, con la mano che ancora stringeva il mouse... Pronunciava continuamente "SDC... SDC..."
Mentre Trackball lo sollevava per portarlo sul letto, e Canvas gli faceva aria con un foglio di carta, io ebbi l'illuminazione. Doveva essere successo qualcosa per colpa del computer.
Meglio spengerlo.
CLICK.
Nessuno si accorse della mia ingegnosa pensata, e ci rimasi un po' male. Ma in fondo potevo godermi con calma il momento di gloria, prima o poi avrebbero visto la mia intelligenza.
DoppioClick si riprese dopo pochi minuti, e inizio a spiegare...
"Stavo controllando la posta. Mi era arrivata una mail da SegmentationFault che mi diceva di andare a guardare ad un indirizzo sul Web. Non ho fatto in tempo ad aprire il Netscape che.... che...."
"Cosa? Cosa e' successo?" insisteva Canvas...
"...Non so, non ricordo niente. Ma non c'e' problema, il Netscape e' ancora aperto, possiamo..."
La sua voce si fermo', mentre guardava lo schermo nero.
Io sorrisi. Ecco il mio momento di gloria.
"...Chi ha fatto lo shutdown del mio PC???"
"No, no... Niente shutdown, l'ho spento e basta" dissi risoluto.
DoppioClick venne di nuovo preso dalle convulsioni. Canvas inizio ad emettere schiuma dalla bocca e svenne dalle risate. TrackBall ando' a prendere il cavo di alimentazione con lo strano cappio. Era il loro modo di ringraziarmi, finalmente riconoscevano che stavo imparando e che ormai ero un hacker anch'io.

La rivendicazione non tardo' ad arrivare.
Eravamo in un parco vicino casa di Trackball, mentre Canvas tentava di spiegarci il funzionamento del suo programma...
"...E mentre passi con il mouse sopra l'icona in alto, questa si anima e ne esce un piccolo omino che balla..."
Trackball, sbuffando, chiese: "Ma funziona?"
"...E l'omino si sposta per lo schermo seguendo da lontano il puntatore... Fikissimo!!!"
"Ma funziona???"
"Ovviamente il tutto a 16 milioni di colori e ad una vel..."
L'ombra di Trackball in piedi copri la vista del sole a Canvas...
"MA FUNZIONA????"
"Ehm... no... Pero' la palett..."
Dopo diedi una mano a DoppioClick a tenere Trackball, in fondo eravamo in un luogo pubblico, le scene splatter erano poco gradite. Nel frattempo arrivo' un SMS sul cellulare di DoppioClick.
DoppioClick lascio' Trackball, e Canvas si era dileguato. Trackball, non sapendo con chi prendersela, inizio' a guardarmi minacciosamente. Che bello, qualcuno mi considerava.
Intanto DoppioClick aveva iniziato a parlare al telefono, e mi prego' di urlare piano che non sentiva cosa gli dicevano...
Finita la telefonata, DoppioClick guardo' Canvas negli occhi ed esclamo': "Era CronTab.".
Canvas sbianco'. CronTab non si faceva mai vedere ne' sentire...A meno che non si trattasse di qualcosa di DAVVERO serio. TrackBall lo guardo' e gli sussurro': "Ma non eri scappato?", e Canvas rispose: "In effetti...".
Andammo velocemente a casa di CronTab. SegmentationFault era gia' li, per puro caso dato che era semplicemente andato a trovare la sorella di CronTab, la mitica SchedaMadre. Ci trovammo cosi' nella loro cantina, dove CronTab ci fece leggere il messaggio che gli era arrivato in posta.
Mentre Canvas lo leggeva ad alta voce, il terrore si impadroniva di tutti.
"Quello che avete visto e' solo l'inizio. Ho scoperto il modo di paralizzare l'intera rete, minacciando di uccidere tutti i suoi utenti. Nessuno usera' piu' la rete se non con il mio permesso. E il mio permesso andra' solo ai VERI utenti, quelli che come me sanno DAVVERO usare il computer e la rete. Saro' IO a decidere chi saranno i Lamer e chi no BWA BWA BWA!!! Firmato: SDC".
Era un progetto folle, ma tremendo allo stesso tempo. Anche se, tutto sommato, ci trovavo qualcosa di vantaggioso. Ma non feci a tempo a dirlo che mi ritrovai un calzino in bocca.

La seconda volta fu molto peggio.
Eravamo ormai fissi a casa di CronTab. Ci vedevamo nello scantinato per tentare di risolvere la situazione. CronTab e DoppioClick continuavano a mandare messaggi in rete per allarmare le persone ma tutti i loro messaggi venivano presi per catene di S.Antonio e venivano cestinati. Trackball e Canvas continuavano a discutere sul perche' io dovessi stare lì, e nonostante le loro lunghe chiacchierate non riuscirono a trovare un motivo. SegmentationFault e SchedaMadre c'erano a tratti, e sparivano misteriosamente insieme per tornare tutti spettinati... Mah.
E fu mentre Trackball tentava di convincermi che la scheda sonora non serviva per accordare la chitarra che successe.
Il primo a cadere fu ancora DoppioClick, mentre CronTab urlava. Quello che successe dopo fu spaventoso. DoppioClick a terra ripeteva in continuazione "SDC... SDC..." mentre Crontab batteva furiosamente alcuni tasti sulla tastiera... Finchè anche lui cadde. Due in un solo colpo.
Ancora una volta, capii che era il caso di spegnere il computer, ma stavolta Trackball doveva aver capito le mie intenzioni e, probabilmente invidioso della mia geniale intuizione, mi afferro' per le caviglie e mi lego' al lampadario... Avevo ormai la certezza di averli superati in quanto a genio. Esclamai quindi: "Presto Trackball, pensaci tu... Clikka con il destro su C: e poi clikka FORMAT, serve a spegnere velocemente il computer...". E quest'idea doveva piacere a Canvas, che svenne con DoppioClick sulle spalle. Trackball si limito' a picchiarmi usando il mouse come frusta.
Quando la situazione si riprese CronTab esclamo': "Ho analizzato il problema... Sembra che SDC abbia raccolto tutte le sue terribili nozioni sul computer in un libro, e abbia trovato il modo di trasferire i dati in molte delle pagine web della rete. Ovviamente nessuno riesce a guardarle senza provare i devastanti effetti che esse producono. Questo e' un grosso pericolo, amici miei..."
Canvas, dopo aver riflettuto, disse: "Sicuramente qualcuno deve averlo aiutato... Non e' possibile che ci sia riuscito da solo. Ma chi puo' avere fatto una cosa tanto tremenda???"
"Non lo so. Ma chiunque e' stato, va eliminato come SDC. E io ho un piano...."
Sentii che dovevo dire la mia... DOVEVO mostrare che gradivo fare parte di quel gruppo...
"Anche io ho un piano, ho pure la chitarra. Mio padre fa il musicista..."
Approfittando della mia posizione, legato com'ero al lampadario, tutti iniziarono a sperimentare un nuovo gioco. Estrassero lentamente le palle dai loro mouse, e Trackball esclamò: "Vediamo chi centra i denti per primo..."

Sul tavolo troneggiava il portatile di DoppioClick, che stava discutendo con CronTab sul da farsi. Aspettando SegmentationFault, Canvas e Trackball discutevano animatamente...
"...E vedessi i poligoni in grafica vettoriale, schizzano ad una velocita' bestiale..."
"Si, ma funziona?"
"...Ho scritto una libreria grafica da paura. Non credo che ne esistano di altrettanto veloci..."
"Ma funziona????"
"...E' bello come gestisce l'alpha blend... Pensa che..."
Trackball accarezzava gia' la mazza da baseball...
"MA FUNZIONA???????"
"Sì, sembra di sì..."
Il silenzio cadde sulla stanza. Tutti guardarono Canvas con occhi increduli.
"...Vabbe', ok... Non funziona proprio benissimo...."
Credo che quando SegmentationFault entro', non si stupi' del fatto che Canvas era appeso per le orecchie alla finestra e Trackball ci stava giocando a freccette. DoppioClick stava per accennare qualcosa sul suo ritardo, quando entro' dietro di lui SchedaMadre spettinata, e le parole gli morirono in bocca... Chissa' perche'.
"Ora che siamo tutti..." inizio' CronTab " vi spieghero' cosa voglio fare. E' necessario agire in perfetta sincronizzazione, se uno solo di noi sbaglia e' la fine per la rete."
DoppioClick prosegui': "Abbiamo localizzato la base di SDC. E' nella vecchia fabbrica abbandonata a sud della citta'. Il nostro piano consiste nell'andare li e distruggere i dati sul server di SDC, rendendolo quindi inoffensivo. Sappiamo che per lui lo smacco sarebbe troppo grosso, e non potrebbe evitare di sparire per sempre."
"Ecco come agiremo... Io e CronTab staremo qui e coordineremo i vostri movimenti. Voi raggiungerete la fabbrica con la macchina di SegmentationFault, che fara' da palo. Mentre SchedaMadre distrarra' la guardia, Canvas, Trackball e Scourge entreranno dentro la fabbrica. Da lì non sappiamo cosa troverete, ma cercheremo di capirlo in tempo."
Canvas fece una faccia strana, mentre Trackball urlò "DOBBIAMO PORTARCI DIETRO QUESTO LAMER????" indicandomi...
"Si. E' necessario. Vedrete... Ah, Canvas, portati un dischetto con il tuo programma..."

SegmentationFault ci porto' velocemente alla fabbrica. Ci lascio' fuori, vicino il cancello d'ingresso. Tutti scesero dalla macchina. Canvas provo' la radio:
"DoppioClick mi senti?"
"Forte e chiaro Trackball."
"Ma sono Canvas..."
"Ehm... Vabbe', proprio chiaro no, comunque ti capisco... Va bene lo stesso..."
"Ok. Noi entriamo ora."
Mentre Canvas parlava, una luce si avvicinava. Era la guardia. Era un bel ragazzone biondo, con un fisico da atleta, e questo avrebbe facilitato il compito... Infatti SchedaMadre urlo qualcosa come "MIO!!!" e corse incontro alla luce... In un attimo la guardia e SchedaMadre sparirono. E chissa' perche', SegmentationFault inizio' a grugnire...
Trackball faceva strada. Canvas dietro parlottava alla radio con DoppioClick, spiegandogli cosa avevamo intorno. Io mi limitavo a guardare. Quel posto era davvero noioso.
Ad un certo punto arrivammo ad una porta. Sopra c'era scritto "SALA SERVER SDC".
Canvas ridacchio'... "E' proprio un lamer..."
Io risposi: "Beh, e' intelligente invece. Cosi' non si perde..."
Trackball scardino' la porta e me la lancio' contro. Almeno la porta era aperta ora...
DoppioClick disse qualcosa alla radio, e Canvas rispose:
"Come una trappola??? SDC non e' abbastanza intelligente..."
"Ricorda che non e' solo..."
"Ok, staremo attenti..."
Attraversammo la porta e subito un beep alla nostra destra attiro' la nostra attenzione...Un monitor di un computer, con sopra la scritta che terrorizzo' tutti:
"INSERIRE CODICE ENTRO 30 SECONDI..."
Canvas disse: "Merda, un computer di guardia... Com'e' possibile???"
DoppioClick non perse la sua calma:
"Canvas... Hai portato i tuoi dischi?"
"Si... Ma che c'entra?"
"Canvas... Fai vedere a Trackball il tuo programma..."
"Ma ti pare il momento?"
"Canvas. Fai come ti dico. Fidati..."
Canvas inizio' a trafficare, sotto gli occhi interrogativi di Trackball. Inseri' il dischetto del suo programma e inizio a spiegare a Trackball...
"Adesso, Trackball, vedrai' le icone in 3d che ti dicevo... Sono bellissime, soprattutto la palett..."
General Protection Fault.
Canvas rimase pietrificato. Trackball inizio' a sbattere la testa al muro. La mia ovviamente.
Almeno avevamo superato il problema. DoppioClick la sapeva lunga. Io pero' ora avevo un grosso mal di testa...

Eravamo arrivati. Quello doveva essere il server. Almeno a giudicare dalla scritta SERVER che c'era sopra.
"Quel tipo non e' stupido, si segna tutto..." dissi.
Dalla radio giunse un'inizio di frase, forse era CronTab...
"Trackball non lo fa..."
Trackball prese il mouse e me lo fece ingoiare. E successe qualcosa.
Improvvisamente il computer usci' dallo stato di suspend in cui si trovava, e un'allarme inizio' a suonare. Una voce esplose nella fabbrica...
"AH! AH! Stupidi! Pensavate di fregarmi cosi'? Adesso pagherete la vostra insolenza! AH AH AH!!!"
Canvas fu preso dalle convulsioni appena lo schermo inizio a riempirsi di scritte. Trackball, grazie al fatto che era girato e occupato a spingere il mouse giu' lungo la mia laringe, si salvo', ma dovette allontanarsi.
E capii.
Dalla radio una voce mi chiamava. Era CronTab.
"Scourge... Scourge vieni qui..."
"Che c'e'? Che e' successo?"
"Non importa Scourge... Tu sei l'unico che puo' resistere a quelle frasi... Devi mettere fuori uso il computer... Solo tu puoi farlo!!!"
"Eh? E come faccio???"
Una voce proveni' debole dalla radio, qualcosa come "Passamelo, ci penso io..."
Era DoppioClick.
"Scourge, prima di tutto serve che aumenti la risoluzione del monitor. Ok?"
Ecco. Era fatta. Si fidavano di me. Mi avevano affidato una missione importante. Finalmente!!! Non capivo bene PERCHE' avessi dovuto cambiare la risoluzione del monitor, ma non importava. E io ero sicuro di saperlo fare.
Mi avvicinai al server. Correvano frasi lungo tutto il monitor. Frasi niente male, le trovavo intelligenti... Ma non avevo tempo di soffermarmi. Decisi di leggerle piu' tardi. Ora avevo una risoluzione da cambiare.
Come sapevo fare, clikkai col tasto destro sull'icona dell'hard disk e selezionai la voce FORMAT. Venne fuori uno strano messaggio, ma c'era un punto esclamativo, quindi non era importante e mi limitai a premere invio.
Formattazione dell'hard disk in corso.
Formattazione???
...
STAVO ESEGUENDO UNA FORMATTAZIONE???
ERO RIUSCITO AD ESEGUIRE UNA FORMATTAZIONE!!!
Le lacrime sgorgarono copiose dai miei occhi cadendo sul server, che inizio' a emettere strani suoni e scintille.
Canvas urlo' qualcosa, e Trackball, mentre mi afferrava per i capelli per portarmi via, esclamo' verso di lui: "Ma tu non eri svenuto?"
E Canvas rispose: "Vabbe', tanto... Ormai..."
Correvamo veloci, mentre intorno a noi tutto suonava e lampeggiava di rosso... Appena fuori saltammo in macchina, mentre SchedaMadre, SegmentationFault e la guardia si rivestivano velocemente.
Trackball afferro' la guardia e la scaravento' fuori, e SegmentationFault parti' a razzo, mentre il fuoco divampava nella fabbrica...

L'annuncio della partenza di SegmentationFault ci colpi' tutti. Non pensavamo che il gruppo si sarebbe mai trovato ad affrontare una perdita del genere, o per lo meno pensavamo che se fosse successo sarebbe stato per motivi legali.
Canvas continuava a piagnucolare "Perche' lui e non Scourge...". Trackball singhiozzava mentre mi prendeva a pugni su una spalla dal dispiacere. CronTab e DoppioClick lo salutavano mestamente stringendogli la mano. Ma la piu' triste era SchedaMadre, spettinata, che piangeva sulla sua spalla.
SegmentationFault saluto' tutti (tranne me... Forse lo mettevo in soggezione) e sussurro' "Tornero' amici, e sara' tutto come prima... Questa naja maledetta finira'...".
Mentre SegmentationFault si allontanava, pensavo all'avventura che avevamo affrontato, al nemico sconfitto, e agli interrogativi ancora rimasti irrisolti...
Perche' SDC era tornato?
Chi aveva aiutato SDC?
Era davvero tutto finito?
Avevo davvero formattato un disco?
Nessuno avrebbe mai pututo rispondere. E tanto, anche se mi avessero dato le risposte, non le avrei capite...

St0rM




Commenti

 
<Crono>Qui potete trovare altri racconti simili... compresa la mitica saga di TWIN PHREAKS, un capolavoro cyberpunk-demenziale scritto nei primi anni 90: http://spazioinwind.libero.it/tarrasque/humour/racconti.htm
<Tron.>Quoto di brutto. TP rulla. MFB Vive.
 
smiles   



<<    Elenco Log